Berlusconi in Molise: “L’87% dei grillini non ha mai lavorato”. E sulla questione siriana:” E’ stato uno sbaglio bombardare”

CAMPOBASSO. Si è fatto aspettare quasi due ore Silvio Berlusconi questa mattina al Caffè Lupacchioli, dove era atteso per fare colazione con il candidato di centro destra Donato Toma ed incontrare i suoi sostenitori prima di rimettersi in viaggio per Isernia, ultima tappa della sua visita in Molise. Piazza Prefettura era gremita di persone  fin dalle  8 e mezza; erano in tanti tra ammiratori, giornalisti e personale di sicurezza. Quasi in trecento hanno pazientato per poterlo incontrare, stringergli la mano, potergli parlare di persona o semplicemente fotografarlo.

Moltissimi i sostenitori, ma dalla folla si è levata anche qualche voce critica. “Caro Silvio Belusconi, in questi anni cosa avete fatto?” ha chiesto una signora all’ex Premier “Io sono quello che ha aumentato le pensioni”-ha risposto Berlusconi. Una domanda legittima, quella posta da una comune cittadina  ad uno dei maggiori protagonisti della politica. Ma dal pubblico qualcuno ha forse pensato che la signora non avesse il diritto di fare domande. “Signora, a casa doveva rimanere lei”- ha replicato con poco garbo uno dei presenti.

Qui il link al video sul canale Youtube di Campobasso Tv: https://www.youtube.com/watch?v=yNa3DVRm9PE

Al di là di questo episodio spiacevole, la mattina è trascorsa in  tranquillità: il caffè con Donato Toma e Annaelsa Tartaglione, il regalo ricevuto da una studentessa d’arte di nome Federica che gli ha donato un ritratto, vari momenti di confronto con la gente e tanti selfie con la gente. Berlusconi è poi ripartito per Isernia per la tappa finale del suo tour elettorale.

Ad attenderlo all’Auditorium Unità d’Italia  c’erano diversi imprenditori, sostenitori ed esponenti del centrodestra molisano. Sulla formazione del nuovo Governo Berlusconi ha le idee chiare: è il centro destra che deve governare perché è la coalizione che ha vinto le elezioni. Sul Movimento 5 Stelle ha avuto parole molto dure, definendolo un pericolo per la democrazia, un movimento pauperista e giustizialista di persone che non hanno nulla: “L’87% dei grillini non ha mai lavorato”-ha detto. E sulla crisi internazionale e l’attacco americano in Siria, Berlusconi è stato chiaro: è’ stato un errore. “Tutte le volte che ci sono bombardamenti si aggrava la situazione della popolazione civile.- ha dichiarato ai giornalisti-In questa situazione è meglio che lasciamo intervenire l’Onu”.

 

Commenti

commenti