Il Carnevale si chiude in piazza Municipio con le “Masquarate Campuasciane”

CAMPOBASSO. Anche Campobasso ha le sue tipiche maschere di Carnevale.  Una tradizione relativamente moderna ma molto sentita che merita di essere divulgata e tramandata alle nuove generazioni. Domenica 3 marzo in piazza Municipio si svolgerà una grande festa popolare per riportare in auge alcune delle tradizioni tipiche della città legate al Carnevale. Insieme alla “Mesaiola” e al “Carnevale dei dodici mesi” si vuole riscoprire anche la tradizionale “Masquarate Campuasciane”. L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura e dalla Commissione Cultura del Comune di Campobasso, in collaborazione con la Polifonica Monforte e l’associazione “Molise Radici”. Questa mattina il programma dell’evento è stato presentato in conferenza stampa dall’Assessore alla Cultura Lidia De Benedittis e dalla presidente della Commissione Cultura Giovanna Viola. Con loro c’erano anche la presidente dell’associazione “Molise Radici”, Maria Cristina Salvatore e Rosa Socci, presidente della Polifonica Monforte con la piccola Sofia, una bimba che nella rappresentazione di domenica interpreterà Concetta di Mascione: una delle più tipiche maschere del Carnevale campobassano.

Concetta è una ricca e bella contadina innamorata di “Francische ‘u sfatiàte”. La loro storia d’amore  viene contrastata dalla famiglia della ragazza che la promette in sposa a “Pasquale de Cerce”, un sempliciotto benestante da loro ritenuto più degno di sposarla. Secondo la tradizione, Francische, con l’aiuto di alcuni compari e grazie ai camuffamenti del carnevale, riesce a liberarsi del rivale e a riavere la sua innamorata. Questa divertente storia d’amore a lieto fine era in origine una commedia, poi trasformata in maschera da Michele Buldrini (testo) e Gino Aurisano (musiche), ed è entrata a far parte del folklore campobassano legato ai festeggiamenti del Carnevale.

“Quest’anno abbiamo deciso di ampliare il panorama della conoscenza della tradizione campobassana- ha detto Lidia De Benedittis- sfruttando anche il carnevale. Abbiamo deciso di unirlo ai festeggiamenti della Mesaiola, una tipica manifestazione che già da qualche anno portiamo con orgoglio in piazza. I bambini saranno i protagonisti della Mascherata. Con l’associazione Polifonica Monforte e sotto la guida dalla presidente dell’associazione Molise Radici ci saranno in piazza 50 alunni della scuola “Montini”. Abbiamo deciso di puntare sul Carnevale perché vogliamo far sì che diventi un polo d’attrazione non solo per i campobassani ma anche per chi ci vuole venire a trovarci da fuori.”

Commenti

commenti