Aggressione al Cardarelli, Romagnuolo: “Solidarietà all’ausiliare. L’ospedale necessita di sorveglianza”

CAMPOBASSO. “Ancora violenza a carico degli operatori sanitari. Il caso all’interno dell’ospedale Cardarelli di Campobasso dove vittima un ausiliario impegnato nel turno di notte che ha riportato una contusione al collo e un  leggero trauma cranico. L’ausiliario è stato colpito in un corridoio da una persona estranea con una sciarpa davanti alla bocca e quindi solo gli occhi scoperti. Un assurdo”. Lo scrive il consigliere regionale, Aida Romagnuolo che, dopo avere augurato all’ausiliario sanitario la pronta guarigione richiama l’attenzione sulla necessità di una guardiania armata. “Da anni il servizio di guardiania armata è stato soppresso senza un perché – sottolinea Aida Romagnuolo – mettendo a rischio il personale sanitario e anche i pazienti ricoverati. Non pochi, tra l’altro, anche i furti che sono stati registrati nel corso di questi anni così, come, di gente che entra ed esce a qualsiasi ora della notte senza un controllo e c’è, persino, chi vi dorme nei reparti rimasti vuoti. Chiedo con forza, dunque, che si provveda al ripristino di un servizio di vigilanza in grado di ispezionare dopo la chiusura di tutti gli accessi l’intero presidio ospedaliero per intercettare ed allontanare eventuali intrusi e dare sicurezza a chi, alla luce dei fatti, continua ad operare in uno stato d’animo di angoscia e paura per la propria incolumità”.

Commenti

commenti