Cus Molise, il calcio a undici di scena a Roma contro il Tor Vergata

CAMPOBASSO. Vicini al traguardo. C’è L’Aquila all’orizzonte, ma per arrivarci serve un ultimo passo. La selezione di calcio a undici del Cus Molise sarà di scena domani 3 aprile a Roma per affrontare il Tor Vergata nel ritorno del turno di qualificazione alla fase finale dei Campionati Nazionali Universitari (calcio d’inizio fissato alle ore 13). La selezione guidata da Mario Cordone parte da un buon vantaggio, quel 3-0 maturato nella gara di andata che lascia sicuramente ben sperare. Guai però a sottovalutare l’impegno anche perché i laziali non faranno sconti e cercheranno la grande rimonta fin dai primi minuti di gioco. Servirà, dunque, massima attenzione e concentrazione per conquistare il pass per L’Aquila. Rispetto alla gara di andata mister Cordone potrà contare anche sui rientranti Giordano (attaccante del Roccasicura) e Cornacchione (Spinete). Saranno certamente novanta minuti duri ma la selezione del nostro Ateneo ha tutte le carte in regola per potersi qualificare. Nella gara di andata capitan Sabatino e compagni hanno dimostrato di avere qualità ed esperienza, necessarie in competizioni come queste per provare a togliersi delle belle soddisfazioni. “Sarà una sfida difficile – argomenta alla vigilia il tecnico del Cus Molise Mario Cordone – partiamo dalla vittoria dell’andata, è vero, ma non possiamo permetterci distrazioni. Il Tor Vergata cercherà di sbloccare subito il risultato per tentare la rimonta e per questo dovremo essere molto attenti in difesa. Dobbiamo ripartire dalla buona prova offerta nel match di andata, scendere in campo determinati e grintosi. Così facendo abbiamo buone possibilità di conquistare la qualificazione alla fase finale dei campionati nazionali universitari. Teniamo particolarmente a centrare questo obiettivo, per regalare al Cus Molise e alla nostra Università un traguardo importante”.

Commenti

commenti