Palazzo S. Giorgio, salta l’approvazione del bilancio per mancanza del numero legale. Pascale (Lega): “La maggioranza non esiste più”

CAMPOBASSO. Questa mattina la seduta monotematica del Consiglio comunale, in cui si sarebbe dovuto approvare il Bilancio, è saltata per mancanza del numero legale. In aula solo l’assessore Di Maio era a fianco del sindaco; assenti tutti gli altri componenti dell’escutivo.

“Nell’assise più importante, quella in cui i Consiglieri comunali sono chiamati ad approvare il bilancio, si è avuta la conferma che la maggioranza di centrosinistra del sindaco Antonio Battista non esiste più”. Ad affermarlo è il capogruppo della Lega al Comune di Campobasso, Alessandro Pascale.
“L’assise civica era chiamata, in prima convocazione, ad approvare il bilancio, ma il centrosinistra si è presentato in aula con soli quattordici consiglieri – prosegue Pascale – Nemmeno questa volta in prima convocazione si è riusciti a iniziare i lavori, nonostante l’ammonimento della Prefettura in merito all’approvazione del documento contabile”.
Per le opposizioni in aula erano presenti, oltre Pascale, Pilone, Fasolino e Cretella. “Accanto a Battista – continua l’esponente della Lega – c’era solo l’assessore Maio. Assenti tutti gli altri esponenti dell’esecutivo”.
“La politica è anche questo – ha continuato Pascale – La maggioranza è a pezzi da tempo. Nonostante ciò, il centrosinistra ha riconfermato Battista alla guida della coalizione”.
“Fortuna per la città – conclude il consigliere comunale – tra meno di due mesi Campobasso avrà una nuova maggioranza consiliare”.

 

Commenti

commenti